Notizie Flash

 

È lunedì 20 luglio la data d'esordio del servizio di consegna farmaci a domicilio organizzato da Federfarma su scala nazionale. Chi è solo e non può recarsi in farmacia per una patologia grave o cronica e che non sia nelle condizioni di poter delegare altra persona a recarsi in farmacia ,può usufruire del servizio gratuito di consegna a domicilio di farmaci, fornito a livello nazionale dalle farmacie italiane aderenti a Federfarma e patrocinato dal Ministero della Salute. Basterà comporre il numero verde 800 189 521, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 : risponderà un operatore che, dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti, le metterà in contatto con la farmacia più vicina. Sarà quest'ultima a organizzare la consegna concordando (quando necessario) le modalità di ritiro della ricetta e comunicando i tempi di consegna. Il servizio è gratuito. Il servizio non copre le richieste con carattere di urgenza.

 

         

 

I disturbi intimi sono tra i disturbi femminili più frequenti e possono manifestarsi  in qualsiasi età.   I sintomi più frequenti sono:Dolore, Bruciore,Prurito,Leucorrea (perdite vaginali),spesso accompagnati da Arrossamento,Irritazione,Gonfiore

Possono essere causati da stati infiammatori passeggeri, oppure da infezioni. Non sempre questi disturbi sono di origine batteriche, virali o fungine,ma possono essere di origine irritativa o allergica  : la scelta della biancheria intima sbagliata , un abbigliamento troppo aderente o l'uso di detersivi troppo aggressivi può causare irritazioni, pruriti e arrossamenti.
In caso di infezioni le cui cause più frequenti  sono funghi (Candida albicans), batteri (Gardnerella vaginalis), protozoi (Trichomonas vaginalis) e virus (Herpes) i sintomi sono molto fastidiosi e, nei casi più acuti, anche dolorosi.Queste infezioni se trascurate possono portare a complicanze ginecologiche e ostetriche oltre a favorire la trasmissione delle malattie diffuse attraverso i rapporti sessuali. E' molto importante non trascurare i sintomi e parlarne con il medico perché possa individuare il problema e stabilire la terapia più adatta per eliminare l'infezione
In ogni caso una corretta igiene intima quotidiana è alla base della prevenzione               

Ricorda  che esistono in commercio prodotti con effetto calmante immediato su prurito e irritazioni: rivolgiti con fiducia al tuo farmacista.                                                             L'abitudine ad una corretta igiene intima è una pratica molto importante da adottare in   sin dall'infanzia  per prevenire disturbi genitali di vario tipo quali perdite, irritazioni, infiammazioni, cistiti ecc.).:

  • lavarsi le mani prima di toccare le zone genitali, specialmente dopo aver soggiornato in ambienti pubblici e dopo l'uso di servizi igienici
  • La detersione va fatta in senso anteroposteriore per ridurre la contaminazione anale esterna
  • Utilizzare  detergenti neutri o debolmente acidi , poco profumati o privi di profumo .

Lavaggi eccessivi e detergenti aggressivi possono determinare una maggior vulnerabilità locale e possono favorire condizioni morbose.

E' buona abitudine lavarsi

  • al mattino ed alla sera (quindi due volte al giorno)
  • se è possibile dopo aver evacuato, ma non tutte le volte dopo aver urinato
  • dopo un rapporto sessuale Utilizzare biancheria di cotone ed indumenti in tessuti naturali.

Inoltre evitare di indossare pantaloni molto stretti.
Durante la mestruazione è importante cambiare spesso assorbenti sia esterni che interni ed anche in questo caso è preferibile utilizzare assorbenti esterni ed interni in fibra naturale di cotone.Ricordarsi di  sostituirli immediatamente dopo il bagno in mare o in piscina.
In ultimo, va sempre consigliata un'igiene accurata anche del partner, altrimenti le attenzioni igieniche personali verrebbero per gran parte vanificate

  %%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

Che cos'è la data di scadenza di un farmaco?

La scadenza indica la data entro la quale è possibile utilizzare il medicinale.
E’ indicata sulla confezione esterna e anche sul  sull’etichetta della boccetta per gocce e sciroppi, oppure stampigliata sul fondo del tubetto di creme e pomate, o sul bordo dei blister contenente compresse e  capsule . Si esprime di solito con le due cifre relative al mese, e altre due cifre o meglio quattro, relative all’anno.    

                                                                 

ATTENZIONE: la data di scadenza si riferisce al medicinale in confezione integra e correttamente conservato  È importante perciò rispettare le condizioni di temperatura indicate sulla confezione anche se  una piccola variazione può essere tranquillamente tollerata purché occasionale e limitata nel tempo. La data impressa sulla confezione delle medicine indica fino a quando il principio attivo rimane stabile e il farmaco è efficace. Nessun farmaco ha una vita che supera i 5 anni, perché progressivamente le molecole dei medicinali si disattivano. Qual è il rischio? Che il farmaco non abbia più un effetto curativo e nulla più, perché durante il processo di invecchiamento non si formano sostanze tossiche e sono rari i casi in cui può essere dannoso per la salute .E’ quindi importante controllare sempre la data di scadenza.        

 

"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""

FARMACI CONTRAFFATTI:EVITARLI  E' FACILE!
FARMACI IN VENDITA SU INTERNET O IN CANALI NON AUTORIZZATI :  SEI SICURO CHE SIANO SICURI?
Farmaci Contraffatti:    sono prodotti senza rispettare gli standard di sicurezza, qualità ed efficacia.                              Di  conseguenza ,possono causare danni gravi o anche mortali.Possono avere ingredienti corretti ma di provenienza e qualità ignota ,oppure i principi attivi sono assenti o in dosaggio insufficiente; a volte sostituiti da ingredienti meno costosi.Sono realizzati in maniera dolosa e non esistono garanzie sulle modalità di conservazione e trasporto.
I FARMACI distribuiti nelle reti legali sono invece controllati dalle autorità competenti in tutto il loro cammino dal produttore al paziente.
PER UNA CURA SICURA,COMPRA SICURO.

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Consigli utili per la stagione invernale

                                                                                

poche e semplici norme per prevenire l'insorgenza di malattie da raffreddamento

1)evitare tutto ciò che indebolisce le prime difese delle vie respiratorie:
    alcolici, fumo di sigaretta, esposizione a fumi o polveri irritanti.
2) non frequentare luoghi chiusi e affollati nel periodo dell'influenza: questo vale soprattutto per i soggetti a
    maggior rischio di complicazioni,ovvero gli anziani e le persone che hanno malattie croniche:
3) una corretta alimentazione,basata su cibi naturali, genuini e freschi  come frutta e verdura ,aumenta le difese  locali intestinali contro  le malattie infettive.
4) soffiare il naso frequentemente per espellere le secrezioni
5) lavarsi spesso le mani,soprattutto nelle pieghe tra  le dita ed evitare di toccarsi occhi e bocca con  le mani    sporche                                                                                                                                             

                                                                                        

 

 

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Il monitoraggio ambulatorio della pressione arteriosa


II monitoraggio ambulatorio (quello cioè effettuato su soggetto in movimento) della pressione arteriosa è un esame semplice che consente di registrare i valori pressori durante l'intera giornata fornendo molte importanti informazioni. Mediante un bracciale gonfiabile collegato ad un registratore, è possibile infatti misurare i valori di pressione e registrarli in una memoria elettronica. Questa modalità di misura della pressione arteriosa consente sia di ottenere i valori pressori che il paziente ha nella sua vita quotidiana (in assenza, dunque della condizione emotiva dovuta alla presenza del medico) che di valutare l'andamento quotidiano della pressione, per accertare se c'è una parte del giorno in cui questa è più alta e se vi è il fisiologico calo pressorio notturno. Le rilevazioni vengono effettuate ogni 15 minuti durante il giorno e ogni 30 durante il sonno, e i dati raccolti vengono poi elaborati  fornendo  i valori medi della pressione Arteriosa e della Frequenza Cardiaca di una giornata intera .Questo esame può consentire quindi al medico di modificare coerentemente la terapia. Naturalmente questo test non è indicato per tutti, ma solo per alcuni pazienti con problemi di pressione, e  in particolare:
Persone con ipertensione resistente ai farmaci
Persone con ipertensione instabile
Persone fortemente emotive affette dalla “sindrome del camice bianco” (che si verifica quando la pressione
sale solo durante la visita dal medico)
Persone affette da ipotensione (pressione bassa), soprattutto notturna

                                                             
E’ possibile effettuare questo esame presso la nostra farmacia : il giorno dell’inizio dell’esame, vengono sistemati apparecchio  e bracciale sul paziente, e una volta inseriti gli opportuni parametri nell’apparecchio lo si avvia. Il paziente indosserà l’apparecchio per 24 ore,trascorse le quali tornerà in farmacia. I dati memorizzati verranno inviati  ad un centro specialistico ed elaborati .Entro 24/48 ore  verrà rilasciata una refertazione medica validata da un Cardiologo.

==================================================================================

Che cosa è l'ipertensione arteriosa?
L'ipertensione arteriosa è una condizione patologica che affligge un numero elevatissimo di adulti ed ancor più di anziani. Ognuno di noi ha due principali valori di pressione arteriosa: un valore di pressione arteriosa massima o sistolica ed un valore di pressione arteriosa mini¬ma o diastolica. Si definisce, quindi, ipertensione arteriosa un aumen¬to dei valori di pressione, misurati con uno sfigmomanometro tradizio¬nale a mercurio, al di sopra dei 140 mmHg per la sistolica e dei 90 mmHg per la diastolica.
La pressione va misurata più volte nella stes¬sa visita e periodicamente nel corso dell'anno onde poter escludere rialzi occasionali e non meritevoli di cure, dovuti ad esempio a stress o a reazione emotiva alla visita medica in sé, ed invece considerare attentamente rialzi anche modesti ma costanti. Bisogna sottolineare che non è necessario che entrambi i valori di pressione arteriosa supe¬rino i loro valori di normalità, basta infatti che solo uno dei due superi il suo limite perché il paziente venga definito "iperteso". Le cause di ipertensione arteriosa sono molteplici: nel 95% dei casi l'ipertensione viene definita essenziale. Questo significa che non vi è nessuna partico¬lare patologia alla base del rialzo dei valori pressori. Probabilmente le cause in questo caso sono da ricercare in una dieta inadeguata (per esempio un eccessivo utilizzo del sale da cucina) o in una vita partico¬larmente stressante, o in una predisposizione genetica che si associa a condizioni ambientali o comportamentali predisponenti. Nel 5 % dei casi invece è riconoscibile una vera e propria causa di ipertensione. Fra queste più frequenti sono la presenza di stenosi (riduzione del¬l'ampiezza di un dotto) a livello dell'arteria renale, l'insufficienza renale cronica, l'iperaldosteronismo primitivo (ipersecrezione di aldo-sterone), la sindrome di Cushing, l'ipertiroidismo. Queste ultime cause sono da escludere nel momento in cui si pone per la prima volta la dia¬gnosi di ipertensione arteriosa soprattutto quando quest'ultima si dimostri resistente alle normali terapie farmacologiche. Infatti quando l'aumento dei valori pressori è dovuto a tali condizioni la vera cura è quella della rimozione o risoluzione della patologia di base.

                                                           

 

 

Alimentazione e peso forma     

 

Adottare buone e salutari abitudini a tavola è un passo fondamentale per mantenere in salute il nostro cuore e per tenere sotto controllo la pressione arteriosa.                                                                              

È proprio vero che la prevenzione comincia a tavola. Nelle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e delle Società scientifiche ,sia per il trattamento dell’ipertensione arteriosa, sia per la sua prevenzione, prendono posto la scelta di alimenti a basso contenuto di sale e di grassi, una dieta ricca di cereali, legumi, verdura e frutta, ed inoltre… il controllo del peso corporeo!

 Quattro regole d’oro     

1)Evitare il sale. Un eccesso di sale nella dieta può aumentare la pressione dei sangue.                                                      

2) Ridurre i grassi. Un apporto elevato di grassi (soprattutto grassi saturi che si trovano negli animali) può         elevare i  livelli di colesterolo nel sangue, che a sua volta aumenta il rischio di infatrto

3)  Mangiare più frutta e verdura.   Questi alimenti contengono sostanze che contribuiscono a eliminare dall’organismo i radicali liberi, causa di danni ai vasi sanguigni .Inoltre contengono  il potassio che è in grado di abbassare la pressione.            

4) Tenere sotto controllo l’ago della bilancia. L’alimentazione fornisce energia al corpo e teoricamente non si dovrebbe mangiare più di ciò che si consuma.

L’eccesso di peso aumenta il lavoro che il cuore deve fare per pompare il sangue in tutto il corpo. Il controllo del peso è un fattore importante nel ridurre il rischio di ipertensione e quindi di avere malattie cardiovascolari. Abbassare la pressione sanguigna si traduce in un minor rischio di ictus cerebrale, di infarto cardiaco o altre complicanze gravi .Se la pressione è solo lievemente elevata, eliminare l’eccesso di peso può far ritornare alla normalità la pressione del sangue.      

È scontato, per dimagrire bisogna introdurre meno calorie di quelle che si bruciano. Il modo migliore per calare di peso è mangiare di meno e bruciare più calorie incrementando l’attività fisica.  Attenzione però alle diete ipocaloriche: non bisogna mettersi a dieta se non con il consiglio del proprio medico che prescriverà un regime alimentare adeguato.

                                                               

 

 

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

 

IGIENE ORALE

Fino a poche decine d'anni fa le malattie di denti e gengive progredivano indisturbate portando la maggior parte della popolazione alla perdita dei denti.
Oggi sappiamo che queste malattie possono essere evitate grazie a una corretta igiene orale quotidiana, atta ad eliminare il principale nemico dei denti, la placca batterica.
Per ottenere risultati soddisfacenti non basta lavarsi i denti dopo ogni pasto, ma è necessario conoscere la tecnica corretta di spazzolamento : Lo spazzolino da denti è lo strumento principale per l'igiene orale.          

                                                  

Per una corretta igiene orale lo spazzolino va sempre mosso in direzione perpendicolare alla gengiva, e sempre dalla gengiva verso il dente. Dunque, per pulire i denti superiori il movimento dello spazzolino deve avvenire dall'alto verso il basso, con un inclinazione di 45 gradi, per rimuovere la placca da sotto il colletto gengivale.
Per pulire l'arcata inferiore il movimento corretto è dal basso verso l'alto.
Questa 'operazione va ripetuta sia sulla parte esterna della dentatura che su quella interna, la quale viene spesso trascurata in quanto di più difficile accesso.                                                           

Uno spazzolamento manuale, con spazzolini e tecniche tradizionali, è in grado di garantire un ottimo livello di igiene orale.Ma per chi non è in possesso della manualità necessaria per pulire accuratamente i denti con il normale spazzolino può essere un valido alleato lo SPAZZOLINO ELETTRICO: le sue armi vincenti sono facilità di utilizzo e comodità.I bambini possono trovarlo addirittura divertente ed essere incentivati a lavarsi i denti più spesso.                     

Il sorriso è un importante aspetto nelle relazioni interpersonali, ed una bocca curata, pulita e in ordine è un'ottima premessa sociale.Al di là di un aspetto trascurato e disarmonico, una bocca non curata e non igienica è l'anticamera di problemi dentali, relativi sia agli elementi dentali, sia alle gengive.Quindi l'igiene orale domiciliare è molto importante perchè ci aiuta a mantenere sana e in salute la nostra bocca,ma non esclude una capatina  dal proprio dentista per un controllo della situazione del cavo orale almeno una volta l'anno 

                                                                

 

 

"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""!!

Dal primo marzo  e' partita anche in Sicilia la cosiddetta distribuzione per conto da parte delle farmacie dei prodotti inclusi nell'elenco PHT (prontuario ospedale territorio). Questi farmaci che finora sono stati distribuiti direttamente dalle strutture pubbliche sono adesso reperibili in farmacia dietro presentazione di ricetta del medico di medicina generale  accompagnata, nei casi previsti, dal piano terapeutico redatto dallo specialista. E’ certo un servizio utile per il cittadino che non sarà più costretto a recarsi presso le farmacie ospedaliere o gli uffici dell'ASP aperti solo in determinati giorni e in determinate ore. Le farmacie infatti, garantiscono l'accesso al  farmaco tutti i giorni dell’anno,in qualsiasi ora  grazie ai turni di servizio. Poiché però per questi Farmaci (quelli inclusi nell'elenco PHT) non si possono tenere scorte ,devono essere ordinati al momento ,attraverso una piattaforma informatica. Di conseguenza verranno consegnati nel pomeriggio se richiesti al mattino, oppure il giorno successivo se richiesti nel pomeriggio. 

======================================================================================

 

 

 Anche quest’anno l’influenza   ha le stesse caratteristiche di quella degli anni passati: febbre elevata, cefalea, dolori muscolari, e tosse secca.
Esistono dei farmaci che controllano la sintomatologia dell’influenza che sono essenzialmente molecole ad azione antipiretica e antiinfiammatoria.                                                                                                                                   La febbre è però un meccanismo di difesa naturale che serve a  contrastare l’infezione causata da  virus e batteri,  per cui si consiglia l’uso dell’antipiretico solo  in caso di febbre superiore ai 38.°C .
E’ importante sapere che per  i bambini il dosaggio dei farmaci deve essere calibrato in base al peso del bambino e non in base all’età.       
                                                      

In caso di febbre  evitare  di coprire troppo il piccolo e cercare di farlo bere molto: i bambini tendono a disidratarsi più facilmente rispetto agli adulti  .  Quindi acqua, succhi di frutta, spremute, ma anche brodo di pollo, camomilla e latte.                                                                   
                                                         USARE GLI ANTIBIOTICI SOLO SE NECESSARIO
Gli antibiotici infatti   vanno assunti solo quando realmente necessario e  a seguito di prescrizione del medico curante che ne accerti l’utilità.
Quando si utilizzano antibiotici è importante non interrompere la terapia prima del tempo indicato dal medico Un uso scorretto o eccessivo di antibiotici rende i batteri resistenti agli antibiotici stessi per cui si rende  necessario ricorrere ad antibiotici più potenti, e con maggiori effetti collaterali.

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

 I consigli del farmacista
Decalogo per il corretto utilizzo dei farmaci:

1. Nell’usare il farmaco rispetta la posologia ,dose, modalità e tempo di somministrazione) indicata dal medico.
2. Non assumere più farmaci contemporaneamente senza il consiglio del medico o del farmacista.
3. Non interrompere arbitrariamente una terapia.
4. Controlla sempre la data di scadenza prima di utilizzare il farmaco.
5. Ricorda che alcuni farmaci (colliri, sciroppi, gocce, spray), una volta aperti, scadono prima della data indicata
    sulla confezione.
6. Per ogni ulteriore dubbio chiedi consiglio al medico o al farmacista.
7. Conserva integra la confezione senza gettare l’astuccio contenitore e il foglietto illustrativo.
8. Riponi i farmaci in luogo fresco e asciutto: non in bagno, non in cucina. In frigo se è espressamente specificato.
9. Tieni lontano i farmaci dalla portata dei bambini.
10. Non gettare i farmaci nella spazzatura, ma negli appositi contenitori per la raccolta differenziata collocati
      all’interno o in prossimità delle farmacie.

                                                                                  
 

**************************************************************************************************************************

Sane abitudini contro le malattie da raffreddamento

Colpi di tosse, starnuti, nasi che colano e mani sporche diffondono i virus respiratori e
favoriscono la diffusione delle malattie da raffreddamento.
È tuttavia possibile ostacolare il contagio con l’adozione di semplici misure di igiene quali:

  •  Lavarsi le mani con acqua e sapone più volte al giorno;
  •  Adottare le indicazioni di igiene respiratoria;
  •  Pulire e disinfettare le superfici che possono essere contaminate dai virus;
  •  Vivere in ambienti salubri (aerare e con temperatura e umidità controllate).

Quando si starnutisce o si tossisce bisogna coprirsi bocca e naso con un fazzoletto di carta (che va poi buttato nella spazzatura dopo l’uso).E’ importante non usare le mani per coprire bocca e naso quando si starnutisce o si tossisce.
Secondo le principali organizzazioni sanitarie internazionali e nazionali questi metodi non farmacologici sono in grado sia di evitare il contagio personale sia di limitare la diffusione delle infezioni virali all’interno delle comunità e sono molto efficaci nella prevenzione delle malattie infettive nei bambini.  Anche il lavaggio del naso con soluzioni saline iso- o iper-toniche o con acque termali si è dimostrato utile come trattamento preventivo o adiuvante della rinorrea acuta.

       

Attenzione:non sprecare l'acqua!   Quando ti lavi le mani chiudi il rubinetto durante le operazioni di insaponatura.

 

 

=======================================================================================

 

La tosse  non è una malattia, ma un sintomo. Di norma si manifesta ogni qualvolta nelle vie respiratorie è presente un ostacolo di qualsiasi natura (muco, polveri, liquidi, piccole parti di un alimento) che rende difficoltosa la respirazione.A differenza della tosse cronica,  la tosse acuta é conseguenza frequente di infezioni a carico delle vie respiratorie, per lo più di natura virale e si manifesta, in adulti e bambini, soprattutto nei periodi autunnale e invernale .La tosse può essere secca e a colpi, oppure grassa e produttiva:  nel primo caso è spesso presente una sensazione di prurito ,mentre nella tosse produttiva è presente catarro più o meno abbondante. La tosse può essere molto fastidiosa, rendendo difficile il riposo notturno  soprattutto nei bambini, causando nervosismo e affaticamento. In caso di tosse secca si utilizzano  farmaci ad azione sedativa, somministrati per via orale. La tosse grassa può invece essere trattata con farmaci mucolitici e fluidificanti .In ogni caso  è  essenziale evitare tutti i fattori che la favoriscono o la aggravano, come il fumo di sigaretta (attivo e passivo), un clima domestico eccessivamente secco e l’esposizione ad aria fredda.

Alcuni accorgimenti possono risultare utili per fluidificare le secrezioni e sciogliere il catarro:
1) assumere abbondanti liquidi : i liquidi, soprattutto se tiepidi e dolcificati con il miele, riducono l’irritazione delle prime vie respiratorie ed esercitano un’azione emolliente sulle secrezioni, aiutando il muco a sciogliersi e trasformando pertanto la tosse secca in tosse grassa: il catarro potrà essere espettorato
2)umidificare l’ambiente e inalare vapore (suffumigi), per fluidificare le secrezioni mucose
3) fare l’aerosol con soluzione fisiologica per aiutare a sciogliere il muco
4) cambiare l’aria: aprire le finestre, anche d’inverno, e mantenere una temperatura non superiore a 20°C
Per favorire il riposo notturno, può essere utile dormire in una posizione leggermente rialzata, in modo da favorire la respirazione: un cuscino in più sotto la testa permette di respirare meglio.
Per aiutare le difese immunitarie, sia nel bambino sia nell’adulto e nell’anziano, sono molto utili gli integratori a base di vitamina C, che costituiscono un valido supporto all’alimentazione nei periodi in cui si mangia di meno perché non si sta bene.                          

**************************************************************************************************************************

 

IL 16 Settembre scorso ha  debuttato  in Sicilia   la ricetta online  o elettronica,che sostituirà gradualmente la ricetta del SSN. Si comincia a sperimentare il nuovo sistema. I medici invieranno le prescrizioni via internet ad un unico sistema informatico a cui potranno collegarsi tutte le farmacie per dare le medicine ai pazienti. Ma medici, farmacisti e Regione avvertono: stiamo testando il sistema: siamo all'inizio,  e saranno utilizzabili nei primi giorni anche le ricette rosse .  
COME FUNZIONA IL NUOVO SISTEMA
Al momento  per i pazienti cambia poco:

             

 

 

Il medico per prescrivere un farmaco dovrà collegarsi ad un sistema informatico unico. Dopo aver compilato online la prescrizione, darà al paziente un promemoria su foglio bianco con i dati del paziente, l’eventuale esenzione, il numero della ricetta elettronica e il farmaco prescritto.
Con il promemoria cartaceo il paziente si recherà  in una qualsiasi farmacia,  così il farmacista collegandosi al sistema informatico centrale potrà verificare la prescrizione e  consegnare IL FARMACO.                                                               In questa prima fase  si garantirà ai pazienti il farmaco anche se la rete non dovesse funzionare

                                                       

                                                      

 

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Quali sono i problemi alle gambe più diffusi?                                                         

 

       

  • Stanchezza e pesantezza: la sensazione di non riuscire a fare nemmeno un altro passo e l’urgenza di sedersi per riposare i propri arti doloranti.
  • Indolenzimento: una sensazione spiacevole che può essere avvertita internamente ed esternamente alla gamba.      
  • Gonfiore: quando le gambe sono visibilmente più gonfie del solito.
  • Vene varicose visibili: quando le vene sono dilatate, spesso causano gonfiore e appaiono di colore bluastro, filamentose e visibili attraverso la pelle.          
  • Sensazione di formicolio alle gambe: la sensazione di irrequietezza e prurito nelle gambe.      
  • Crampi al polpaccio: si tratta di uno spasmo dei muscoli della gamba che si verifica spesso di notte e può essere molto doloroso.              
  • Dolori articolari: le ginocchia e le caviglie possono fare male in posizione eretta, quando ci si muove e al tatto. 
  • Ritenzione idrica: oltre a sembrare più gonfie del solito, a volte si può persino avvertire l’accumulo di fluido in eccesso nelle gambe.

Lo stile di vita può influire significativamente sulla salute delle gambe : Individuando i fattori di rischio associati ai disturbi comuni alle gambe, e apportando qualche modifica allo stile di vita, è possibile ridurre i sintomi di gambe doloranti e persino ridurre la possibilità che essi insorgano. 

  1.  Osservate una dieta bilanciata  : limitate al massimo il “cibo spazzatura” e i grassi saturi. 
  2. Bevete molta acqua .      
  3. Durante la giornata tenete in movimento le gambe, le caviglie e i piedi .Cercate di non accavallare le gambe per lunghi periodi .
  4. Fate regolarmente attività fisica .
  5. Quando fate la doccia o il bagno, massaggiate le gambe con un getto d’acqua fredda Stimolate la circolazione  massaggiandole delicatamente  

Il nostro modo di stare seduti e la postura che assumiamo in generale nel corso della giornata influiscono sulle condizioni delle nostre gambe e possono acuire il dolore e il senso di stanchezza e di pesantezza.

Spesso il sovrappeso acuisce i problemi delle gambe. Perdere qualche chilo potrebbe quindi aiutare non solo ad acquisire maggiore sicurezza, ma anche a sentire le gambe più leggere, oltre a fare bene alla circolazione. Cercate di non cadere nella trappola delle “diete drastiche”. Modificare le proprie abitudini alimentari a lungo termine è l’unico modo per tenere lontani i chili di troppo.

ATTENZIONE:
In estate: molti di noi amano sentire il calore del sole sulla propria pelle, ma la luce solare intensa e l’umidità possono causare problemi alle gambe. Quando le temperature aumentano, è consigliabile trascorrere il maggior tempo possibile in luoghi freschi, mettendo le gambe in acqua fredda

======================================================================================

Nuove regole, che mandano in pensione l’esenzione dai ticket Sanitari per reddito Isee introducendo al suo posto le categorie per condizione economica da E01 a E04, sono in vigore da sabato 21 gennaio in Sicilia con la pubblicazione in Gazzetta (GURS n. 3 Suppl. ord. n. 1 parte prima del 14 gennaio scorso) della LRn. 6/2012.

La nuova legge regionale, prevede che anche la Sicilia si adegui al sistema adottato in tutte le altre regioni italiane, basato sia sull’età degli utenti che sul reddito complessivo dei nuclei familiari. E’ abolito,dunque, il sistema Isee.

Ecco i nuovi esenti:
1) soggetti di eta’ inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro (codice E01);
2) disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (E02);
3) titolari di assegno sociale (ex pensione) e loro familiari a carico (E03);
4) titolari di pensione al minimo di eta’ superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (E04).
Restano invariate le esenzioni per patologia e per invalidità

=========================================================================================

Il tuo farmacista ti informa

OTC
Sono i farmacia banco o ''di automedicazione''. Possono essere esposti al pubblico, liberamente acquistati e pubblicizzati, in quanto non sottoposti a prescrizione medica. Sono facilmente identificabili in quanto contrassegnati dal bollino rosso che riporta la scritta: ''farmaco senza obbligo di ricetta''.

Il ricorso agli OTC è indicato per la cura di disturbi lievi e transitori che possono cioè essere risolti con una terapia di breve durata. E' fondamentale leggere il foglietto illustrativo, consultare sempre il medico o il farmacista in caso di gravidanza, allattamento o se il farmaco è da somministrare ad un bambino o ad un anziano. Avitare gli alcolici: interagiscono con molti farmaci.